Bobber “Evolution” per SJ4000, SJ5000, GoPro…

Share on Facebook12Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Print this page

L’idea era di realizzare un bobber di “fortuna” in attesa dell’arrivo del classico bobber giallo ma una volta realizzata la base, ovvero il galleggiante (una bottiglia da 1 litro), mi son chiesto: perché non utilizzarlo per riprese “particolari” invece che per il solo galleggiamento?

Il galleggiante, come detto, è realizzato tramite una bottiglia da 1lt in cui ho forato il tappo inserendolo nel mezzo di uno snodo per cavalletto e un altro snodo (rotto) dal quale ho recuperato la sola filettatura.

Avendo a disposizione circa 30 cm di barra di nylon da 20 mm (quella bianca in foto), ho praticato due fori sulle estremità e filettate con passo fotografico 1/4″, ad un capo ho poi collegato uno snodo con foro filettato tramite una barra filettata con lo stesso passo fotografico mentre all’altro capo ho avvitato uno snodo con la filettatura ottenendo alla fine una “prolunga”.

Ho poi collegato gli snodi necessari a far si che la posizione della cam fosse rivolta verso l’alto quando è in galleggiamento e nel mezzo vi ho collegato un cavetto d’acciaio che termina con un bracciale, quest’ultimo ha una funzione di sicurezza per non perdere la cam e al contempo permette di “tirare” verso di voi la cam se vi spostate.

L’utilità di questo bobber è quella di poter regolare il livello di galleggiamento aumentando o diminuendo la quantità d’acqua nella bottiglia ottenendo diversi risultati tra i quali:

  1. Galleggiamento a pelo d’acqua per potervi riprendere mentre siete nei pressi della cam oppure orientandola verso il basso potete riprendervi mentre scendete in immersione o semplicemente riprendere il fondale
  2. Rendere neutro il sistema galleggiante in modo da poterla piazzare a una qualsiasi altezza e la cam rimarrà sospesa o se la spingete leggermente in alto o in baso si muoverà lentamente dando la possibilità di effettuare una ripresa “dinamica”
  3. Appesantirla al massimo permettendone l’affondamento per posizionarla sul fondo (consigliato solo in piscina o fondali relativamente bassi) ma comugnque potendo orientarla in tutte le direzioni

Il risultato finale è molto pratico da utilizzare e richiede solo la calibrazione della quantità d’acqua, a breve posterò qualche video di esempio. Il costo per la barra in nylon è di circa 2€ 😀

3 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *