Recensione DR-H1, la mini dashcam

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on Google+0Print this page

Anche in Italia il fenomeno dashcam si sta pian piano espandendo, infatti ne ho già recensita una il mese scorso ed ecco una nuova recensione DR-H1 la mini dashcam di casa Aukey.

Aukey è un produttore con oltre un decennio di esperienza nel settore dell’elettronica di consumo, sono impegnati a creare prodotti solidi supportati da un servizio cordiale e attento per i clienti fedeli in tutto il mondo.

Recensione DR-H1, unboxing!

Molto semplice, fine ed ecologica la confezione della DR-H1 in pieno stile Aukey, aprendo la scatola troviamo due sezioni la dashcam alloggiata in una spugna per gli urti mentre dentro una seconda scatola troviamo i cavi di alimentazione proprietari, un cavo con caricabatteria per presa accendisigari per installazione “volante” ed un cavo con attacchi per la centralina dei fusibili dell’auto. Sul fondo invece c’è il manuale d’uso (comprensivo di lingua italiana) ed un cartellino per la garanzia del prodotto.

Aspetto e dimensioni

La Aukey DR-H1 è veramente “mini” infatti misura 17,5 x 10,5 x 6,5 cm e grazie alle sue dimensioni passa facilmente inosservata. E’ dotata di 4 pulsanti di cui 3 posti sullo stesso lato ed uno posto lateralmente per avviare la registrazione. Presenta anche 3 led per capire lo status della dashcam.

Per quanto riguarda l’attacco al parabrezza la cam non è dotata di ventosa ma ha un adesivo 3M molto resistente, inoltre un aspetto che ho apprezzato è la possibilità di far roteare su se stessa la dashcam per aggiustare l’angolazione di ripresa una volta vissata al parabrezza.

Gestione del dispositivo

Purtroppo in assenza di un display incorporato o di un sistema di Wifi direct per lo smartphone la gestione della cam è abbastanza enigmatica e purtroppo il manualetto non aiuta più di tanto. Da quel che ho compreso per configurare la DR-H1 è necessario collegare un monitor esterno tramite il connettore RCA (giallo) ma purtroppo il cavo è dotato di sola connessione fusibile quindi potrebbe non essere alla portata di tutti fare un lavoretto voltante in casa.

Qualità Video

Per quanto riguarda i video la qualità è molto buona, i colori sono abbastanza naturali e quindi la dashcam fa bene il suo lavoro! La dashcam registra video in loop (di default 2 minuti) questo significa che ad esaurimento memoria microSD (max 32GB) inizierà a cancellare i file più vecchi. I file vengono salvati nella cartella DCIM con nome MOV_xxx.AVI, la cam è dotata di sensore accelerometro e grazie a questo qualora la cam rilevi evidenti cambiamenti di inclinazione (un tamponamento ad esempio) inizierà una nuova registrazione e salverà i file con il nome SOS_xxx.AVI protetti da scrittura.

La DRH1 registra anche video in notturna che purtroppo non regge il confronto rispetto alla modalità diurna ed è accettabile solo in presenza di una buona illuminazione artificiale (esempio illuminazione stradale).

Conclusioni

La cam è di buona fattura, registra buoni video ed anche il software interno è utile poichè in grado di gestire eventuali condizioni. L’unica nota dolente l’assenza del display ma se siete orientati all’acquisto lo sapete già 😉

Mi sento di consigliare questa dashcam DR-H1 sia per la qualità video che per le sue ridotte dimensioni e per il rapporto qualità-prezzo. La trovate disponibile su Amazon.

Aukey DR-H1

Aukey DR-H1
7.4

Manufattura

8.0/10

Funzionalità

6.0/10

Qualità Video/Foto

8.0/10

Accessori

8.0/10

Confezione

7.0/10

Pregi

  • Dimensioni ridotte
  • Protezione video in caso di emergenza
  • Qualità video

Difetti

  • Gestione delle impostazioni
  • Qualità video in notturna

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *